Home > ULTIME NOTIZIE
Il messaggio dell'Ambasciatore S.E. Li Ruiyu in occasione del ricevimento di commiato
驻意大利使馆
2019/05/22
 

 

Cari ospiti, signore e signori, amici!
Buona sera a tutti. Sono molto lieto di essere qui alla cerimonia per il mio commiato. I giorni son volati in un istante e 5 anni e mezzo, da quando nel dicembre 2013 ho iniziato la mia missione in Italia, sono passati sotto i miei occhi in un baleno. In questi ultimi 5 anni, ho coltivato amicizie, discusso di cooperazione, portato avanti un dialogo serrato, ho unito le forze con gli amici e credo di poter dire di aver dato un piccolo contributo per lo sviluppo dei rapporti sino-italiani e dell'amicizia tra i popoli cinese e italiano. Un contributo per cui mi sento soddisfatto, grato e orgoglioso.

Non dimenticherò come, in questi 5 anni, abbiamo assistito insieme al miglioramento e all'intensificazione costante dei rapporti bilaterali e degli incontri ai massimi livelli tra Cina e Italia. Durante la mia missione ho visto avvicendarsi due presidenti italiani e 4 Premier e ho visto come a prescindere da quali scompensi interessassero lo scenario internazionale o da quale partito salisse al potere in Italia c'è sempre stata da parte dei leader italiani una sincera e salda volontà di attribuire grande importanza ai rapporti con la Cina.
Ripensando agli ultimi 5 anni, i capi di stato di Italia e Cina hanno effettuato reciprocamente visite di stato, il primo ministro Li Keqiang è venuto in Italia per partecipare al Vertice ASEM e due presidenti del consiglio italiano hanno preso parte rispettivamente alla prima e alla seconda edizione del Belt and Road Forum per la Cooperazione Internazionale in Cina. Una particolare menzione merita la visita conclusasi da poco del presidente Xi Jinping in Italia, durante la quale, alla presenza dei leader dei due Paesi, Cina e Italia hanno siglato il memorandum per la cooperazione sotto l'egida del Belt and Road, un accordo che ha iniettato nuova linfa vitale per lo sviluppo dei rapporti bilaterali e per la cooperazione fattiva. La fiducia politica reciproca si è consolidata sempre di più, la cooperazione in ogni settore è sempre più ampia e i rapporti sino-italiani si trovano in un momento storico fortemente positivo.

Non dimenticherò come, in questi 5 anni, abbiamo partecipato e assistito insieme allo sviluppo e al miglioramento della cooperazione globale in molti settori. La Cina partecipazione cinese alla Expo Milano 2015 è stata ampia, l'Italia ha partecipato con molte presenze alla prima China International Import Expo del 2018. L'anno scorso, il commercio bilaterale sino-italiano ha raggiunto un ammontare di 54,24 miliardi di euro, con una crescita del 9,1% rispetto all'anno precedente e con un aumento del 25% rispetto ai 43,33 miliardi del 2013, quando sono arrivato in Italia e superando il livello del 2011 pre-crisi.
Fino alla fine del 2018, gli investimenti bilaterali hanno superato i 20 miliardi di dollari con progetti di cooperazione importanti come quelli del gruppo Ansaldo e Pirelli. La Italy-China Innovation Week si è svolta con successo in questi 5 anni e ha promosso piu di 3 mila match strategici tra le aziende tecnologiche dei due Paesi, con la sigla di 700 progetti di cooperazione. Nel 2018, il satellite Zhangheng1 creato dalla cooperazione sino-italiana è stato lanciato con successo e i capi di stato dei due Paesi si sono scambiati messaggi di congratulazioni. Le pattuglie congiunte delle forze dell'ordine cinesi e italiane sono giunte alla terza edizione e sono state molto apprezzate dai popoli dei due Paesi. Con il continuo progredire della cooperazione sotto l'egida del Belt and Road, la torta della cooperazione fattiva sino-italiana diventerà sempre più grande e le prospettive future sono sempre più rosee.

Non dimenticherò come, in questi 5 anni, abbiamo assistito alla crescita esponenziale e alla fioritura della cooperazione people-to-people. Italia e Cina sono rispettivamente la culla della cultura orientale e occidentale e si sono sempre attratte a vicenda. Ad oggi, sono piu di 1,5 milioni i turisti cinesi a visitare l'Italia ogni anno e i matching di attività culturali come mostre di reperti storici, d'arte e spettacoli continuano sempre di più. Non molto tempo fa il China National Museum ha messo in mostra i 796 reperti storici che l'Italia ha restituito alla Cina e nel 2020 i due Paesi organizzeranno l'anno della cultura e del turismo. Quest'anno, gli studenti cinesi venuti a studiare in Italia hanno raggiunto i 24 mila e quelli italiani in Cina i 5 mila, con la Cina che è divenuta la meta extra europea favorita dagli studenti italiani. L'insegnamento della lingua cinese in Italia e di quella italiana in Cina è in costante sviluppo. Italia e Cina hanno anche siglato un accordo per il riconoscimento reciproco dei titoli accademici ed esistono piu di 700 accordi tra le università e gli istituti superiori italiani e cinesi. Gli scambi e la cooperazione people to people sono sempre piu ampi e hanno ampio margine di crescita.

Non dimenticherò nemmeno come, in questi 5 anni, abbiamo partecipato insieme e fatto da testimoni al rapido e stabile sviluppo dei rapporti tra Cina e San Marino. Abbiamo visto la costituzione dell'Istituto Confucio di San Marino e la creazione del primo museo dedicato alla medicina tradizionale cinese d'Europa, inoltre abbiamo visto un numero sempre crescente di aziende cinesi e turisti cinesi scegliere San Marino. Le relazioni tra Cina e San Marino sono un modello di cooperazione basata sulla coesistenza armoniosa, sulla parità che non distingue tra Paesi grandi e piccoli e sul reciproco sostegno.

Signore, signori, amici, questi cinque anni di missione diplomatica come ambasciatore in Italia e a San Marino sono divenuti un tesoro dal valore impareggiabile per me. Non dimenticherò mai la bellezza e la ricchezza di questo Paese, così come non dimenticherò mai la cordialità e l'amicizia del suo popolo. Ancor di più, non dimenticherò mai le amicizie preziose porto con me. In questo momento, vorrei dunque porgere il mio più sentito ringraziamento a tutti i colleghi e gli amici per ogni singolo istante trascorso insieme in questi cinque anni.

Voglio ringraziare tutti i rappresentanti del governo, dei partiti politici, del parlamento, gli esponenti del mondo dell'economia e dei think tank di Italia e San Marino. Voglio ringraziare i diplomatici di tutti i Paesi in missione in Italia, tutti i cinesi in Italia, gli studenti cinesi e gli amici delle joint ventures sino-italiane. Vi ringrazio per il sostegno e l'aiuto che avete dato a me e all'ambasciata e vi ringrazio per il contributo prezioso che avete profuso per i rapporti tra Cina e Italia e tra Cina e San Marino.

Voglio altresì ringraziare i colleghi dell'ambasciata che hanno lavorato sodo insieme a me in tutti questi anni. Un team coeso, teso al progresso, altamente efficiente, qualificato e dedito al lavoro che mi rende particolarmente orgoglioso e fiero. Un ringraziamento speciale va anche alla mia signora, Ding Ming, grazie a te per il rispetto e il supporto che mi hai dato in questi cinque anni e grazie per essere stata sempre al mio fianco, per avermi sempre capito, sostenuto e incoraggiato durante questi 30 anni di carriera diplomatica.

Signore e signori, amici,
"Dopo avervi incontrato sembra di esserci trovati troppo tardi, passando momenti felici insieme il doversi lasciare diventa più amaro". In questo momento, con un sentimento di nostalgia profonda, sono qui a prendere commiato da tutti voi. Sebbene la mia missione personale come ambasciatore in questo Bel Paese si conclude qui, sono fermamente convinto che i rapporti tra Cina e Italia e tra Cina e San Marino potranno prosperare sempre di più, anche grazie al nostro lavoro instancabile. In futuro, a prescindere da dove mi troverò, porterò nel cuore l'Italia e San marino e sarò sempre un sostenitore e un promotore dell'amicizia tra i nostri Paesi e per quanto mi sarà possibile, continuerò a contribuire con tutte le mie forze allo sviluppo dei rapporti tra Cina e Italia e tra Cina e San Marino. Non vedo l'ora di avere di nuovo modo di incontrare tutti voi e vi invito a venire in Cina a toccare con mano lo sviluppo della Cina e a venire a trovare me, questo vostro vecchio amico.

Da ultimo, permettetemi di alzare il calice. Auguro alla Cina, all'Italia e a San Marino di prosperare e fiorire e ai loro popoli di essere felici. Auguro ai rapporti Cina-Italia e Cina-San Marino di crescere sempre di piu e di rinnovarsi costantemente. Auguro a tutti voi, amici, salute e felicità e che tutto vada sempre per il meglio, secondo i vostri desideri.
Salute!

Suggest To A Friend:   
Print